"Brandy" dei P. Benedettini di Montevergine

Valutazione: Nessuna valutazione
Disponibilita':In magazzino 3 Articoli/o

Peso prodotto: 1.3 kg
20,00 €
Avvisami!

Nasce come distillato di uve irpine e secondo un’antica tradizione viene invecchiato in botti di legno, dove si aggiungono particolari aromi che ne ammorbidiscono il forte sapore; sapori gustosi e forti, aromi gradevoli, schietti e inconfondibili, garantiti dalla secolare ricerca e tradizione benedettina dei Monaci di Montevergine. Essenze di erbe aromatiche sapientemente scelte e dosate secondo antiche ricette tramandate caratterizzano questo prodotto. Imbottigliato nell’antica e pluridecorata Fabbrica di Liquori dell' Abbazia Benedettina del Loreto di Montevergine.

-------------------------------

ll Santuario di Montevergine fu fondato nel 1118 da San Guglielmo da Vercelli che si recò sul monte del Partenio (m. 1270) per vivere da eremita. Ben presto, in seguito all'affluire di numerosi fedeli, Guglielmo fondò un convento di monaci sotto la regola benedettina ed eresse una chiesa intitolata a Maria Vergine. Nella metà del XIII sec., Carlo II d’Angiò fece allestire una cappella votiva sulla quale venne dipinta la nuova icona della Maestà di Montevergine col nome di Mamma Schiavona. La struttura originaria della chiesa subì nei secoli molte modifiche fino ad assumere l’attuale aspetto comprendente due chiese: la nuova Basilica e l’antica Basilica, oltre al monastero, la foresteria, il campanile, la cripta ed locali annessi. Tra il 1180-82 l’edificio fu completamente rifatto in stile romanico. Nel 1629 gran parte della chiesa crollò: la nuova struttura, iniziata dall’abate Danuscio, fu terminata nel 1645 dall’abate Giordano, su disegno dell’arch. napoletano Conforti. Nel 1712 fu avviato un nuovo restauro della cappella durante il quale furono aggiunti due cancelli in ferro battuto, volte coperte di stucchi dorati, ex voto in metallo prezioso e 6 tele del Mazzanti. Intorno al 1950 il Santuario, non più in grado di accogliere i tanti pellegrini accorrenti, venne ulteriormente modificato con la costruzione, nel 1952, della la nuova Basilica, realizzata su progetto dell’arch. Florestano Di Fausto. Il nuovo corpo di fabbrica, addossato alla navata centrale della vecchia chiesa, ne incorpora la navata sin. e le cappelle che su di essa si aprivano. Il campanile, alto 47 m, ha sulla facciata principale un altorilievo con episodi tratti dalla vita di San Guglielmo, opera dello scultore Ulrico Conti

.

made in montevergine 39 santuario montevergine partenio

 

 

Ultime recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
Scrivi una (breve) recensione....(min. 100, max. 2000 caratteri)
Valuta questo prodotto. Scegli una valutazione tra 0 (scarso) e 5 stelle (ottimo). Rating:
Caratteri scritti:

Aggiungi commento





Codice di sicurezza
Aggiorna

Tutti i prodotti